Guglielmo Botter

E-store../Guglielmos_shop_It/Shop_It.html../Guglielmos_shop_It/Shop_It.htmlshapeimage_1_link_0
 

Sono cittadino Italo-Americano, nato a Treviso il 27 Giugno 1966.


Ho iniziato a disegnare con la china ad appena 5 anni, quando mio padre portò a casa un rapidograph, a quel tempo comunemente utilizzato dagli architetti. Da quel giorno non ho mai smesso di utilizzarlo.

Sin dall’inizio ho sempre disegnato con la tecnica a china, con segno sicuro, direttamente sulla carta, senza il supporto di matita o gomma.


Mio soggetto preferito era il paesaggio urbano e in pochi anni ho vinto la maggior parte dei concorsi dedicati ai giovani della mia età. La mia prima mostra personale, “Quaranta disegni in punta di penna di un giovinetto undicenne” fu allestita nel 1977 a Treviso. La critica predisse un futuro di successi e iniziai, da allora, a collaborare con editori ed autori.


All’età di 13 anni è giunto il più importante successo quando fui classificato primo su 350.000 partecipanti alla XXII Giornata del Francobollo, indetta dal Ministero delle Poste e Telecomunicazioni di Roma: il mio disegno di Treviso (Piazza Pola) divenne un francobollo ufficiale delle Poste Italiane (30 Novembre 1980). Quello stesso anno il Comune di Treviso, a riconoscimento dell’importante traguardo, mi invitò ad esporre i miei disegni di Treviso a fianco di quelli di mio bisnonno Girolamo, artista che aveva usato la stessa tecnica a china un secolo prima. La mia famiglia è riconosciuta nel mondo dell’arte perché per tre generazioni, fin dal 1890, Girolamo, Mario e Memi Botter (mio padre) salvarono e restaurarono affreschi in tutta la Regione Veneto.


Decisi di seguire le orme della mia famiglia nel campo dell’arte, ma in un diverso ambito, divenendo architetto e così mi laureai nel 1993 presso lo IUAV di Venezia. Pur continuando a disegnare durante l’attività professionale, a causa dei nuovi strumenti tecnologici quali il computer e il CAD, potei riservare a questa mia passione solamente il tempo libero e i periodi di vacanza. Durante i miei viaggi, in Europa e in America, tengo sempre con me un quaderno di viaggio, dove sono solito disegnare gli angoli più affascinanti delle città e dei luoghi visitati.


Dopo aver disegnato la mia città per tanti anni, nel 1997 decisi di realizzare una classica vista a volo d’uccello. In quegli ultimi anni del Millennio non esisteva ancora Google Map così, per avere una visione dall’alto della forma urbana, dovetti salire sulle torri campanarie delle chiese e sulla sommità della Torre Civica, da dove scattai fotografie e feci molti schizzi preparatori.

Nessuno, dal lontano 1813, si era più cimentato a disegnare la città da questo inusuale e complesso punto di vista. Dopo tre mesi e mezzo di lavoro, la pianta prospettica di Treviso venne presentata ufficialmente alla Stampa il 30 Novembre presso la sala conferenze del Museo Civico di Santa Caterina.


Dal 2002 al 2004 ho lavorato come Collaboratore alla Didattica presso l’Università di Architettura di Venezia (Progettazione Archiettonica 1, Prof. Arch. Claudio Panerari) e dal 2006 al 2008 in qualità di Docente di Tecniche di Disegno e Rilievo presso l’Università dell’Arte alla Giudecca, Venezia.

In seguito alla grave crisi economica, ancora in atto, ho riscoperto il piacere di disegnare ed ora questa attività ha sostituito il mio precedente impiego. La mia capacità nel disegno è diventata la mia professione ed ora lavoro negli Stati Uniti d’America dove la mia arte è stata subito ben accolta.


Nel 2012 ho deciso di tornare negli Stati Uniti dove mia madre, anch’essa pittrice, visse negli anni ’50 e ’60. A Pittsburgh, Pennsylvania, ho scoperto la location giusta per continuare la mia carriera nel campo dell’arte.


Nel Gennaio del 2013 ho esposto per la prima volta negli Stati Uniti presso la GalleriE-Chiz di Shadyside, una delle gallerie più prestigiose della città.


Nei miei recenti disegni della “Steel City”, combino il gusto estetico derivante dalla mia formazione culturale italiana con le radici della mia storia familiare negli Stati Uniti, per esaltare il paesaggio urbano americano. Mi attirano i contrasti creati dalla coesistenza di edifici moderni e storici e il mio personale segno a china contribuisce a valorizzare i dettagli e le contraddizioni dell’era contemporanea, che altri artisti sono soliti omettere dai loro lavori.

I miei disegni a china e la mia storia familiare sono stati più volte recensiti su testate giornalistiche locali e nazionali e i miei primi schizzi di Pittsburgh sono stati pubblicati nella prima pagina del Pittsburgh Post Gazette.


Agli inizi del 2014, sono stato segnalato (Special Recognition Artist) dalla “Light Space & Time 2014” Online Gallery (Jupiter, Florida) al Concorso Internazionale Online “City Scape” e a Giugno sono risultato Finalista del Concorso “Richeson 75 International” in Kimberly, Wisconsin dove ho esposto presso la Jack Richeson School of Art & Gallery. In Agosto ho partecipato ad una mostra collettiva presso il Fowler-Kellogg Art Center alla “Chautauqua Insitution” di Chautauqua, New York ed ho esposto ad una personale al “The Old Village’s Museum” in West Overton, Pennsylvania. Il 7 Dicembre la Fondazione Nazionale Italo-Americana (NIAF) in Washington, DC, mi ha nominato tra gli “Italian-A-Day” onorando la mia attività e i recenti successi negli Stati Uniti.


Nel mese di Marzo 2015 sono stato nuovamente segnalato (SR Artist) dal “Light Space & Time” Online Gallery (Jupiter, Florida) al Concorso Internazionale Online “City Scape 2015”, questa volta con un disegno riproducente la mia città natale, Treviso.

Dopo i primi quattro anni trascorsi a riprendere gli angoli più suggestivi di Pittsburgh, ho deciso di allargare i miei interessi artistici alle città vicine, iniziando, nell’estate 2015, con la Capitale della Virginia, Richmond.

Il gift shop del  Museo delle Belle Arti della Virginia ha iniziato a vendere stampe e cartoline con il mio design della città. Ben presto altri esercizi commerciali, alberghi e gallerie in città si sono aggiunti alla nutrita lista.

Dal 4 Settembre al 2 Ottobre 2015 i disegni originali di Richmond sono rimasti esposti presso la Brazier Gallery (1616 W. Main Street).


Visti i lusinghieri risultati degli anni precedenti, nella primavera del 2016 ho partecipato nuovamente al Concorso Internazionale d’Arte dal tema “CityScapes” (paesaggio urbano) organizzato dalla Galleria Virtuale “Light Space and Time”. Con uno scorcio di Pittsburgh sono stato classificato nella categoria Special Merit Artists che, per la qualità dei lavori sarebbero potuti accedere alla categoria superiore, quella dei TOP 10!

A Luglio sono stato classificato al 3° posto nella categoria “disegno” al concorso regionale “Art in the Riverwalk” a New Castle, PA - Hoyt Museum of Art.

Nel corso dell’estate, trascorsa negli USA, ho aggiunto Norfolk, VA alle città ritratte dai miei disegni a china.

Partecipante alla 6a edizione di “Matite in viaggio”, Spazio Candiani, Mestre VE.

Selezionato a Novembre in qualità di “artista invitato” alla 17a edizione della Mostra collettiva internazionale “Rendez-vous du Carnet de Voyage”, Clermont-Ferrand - Francia.

Nel mese di Dicembre è arrivata una “Menzione d’Onore” al Concorso Internazionale on line “Black and White Fine Art and Photography” a cura della Bauhaus Prairie Art Gallery di Newkirk, Oklahoma.


Dal 25 all’11 Febbraio 2017 due mie lavori sono stati selezionati ed esposti alla mostra collettiva d’arte “Torino Capitale Europea del Turismo 2017”, Museo MIIT, Torino.

Il 1 Febbraio sono stato nuovamente premiato nella categoria “Special Merit Artist” dalla galleria virtuale “Light Space and Time” di Jupiter, FL alla 7a edizione del concorso “CityScapes” con il disegno “Pittsburgh: Andy Warhol Bridge”.

Scarica qui la presentazione

Presentazione dell’artista